Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cookie Richiedi maggiori informazioni

Home » Risorse per Imparare lo Spagnolo » Letteratura Spagnola » Storia » La Generazione del 27

Storia della letteratura spagnola

La Generazione del 27

La Institución Libre de Enseñanza fu fondata nel 1876 da un gruppo di professori (tra cui Francisco Giner de los Rios, Gumersindo de Azcarate e Nicolas Salmeron). Si basava sui principi del Krausismo e fu all'avanguardia per i suoi tempi.

Come residenza dell'istituzione viene fondata, nel 1910, la Residencia de Estudiantes, nella quale si genera un ambiente intellettuale basato sulle idee di Don Francisco Giner de los Rios. Questa residenza sarà il luogo di incubazione dell'era d'argento della letteratura spagnola.

In questa residenza vivono molti poeti e intellettuali che faranno parte della generazione del 27. Riscoprono la poesia di Gongora, poeta maledetto e dimenticato durante i secoli e celebrano il suo trecentenario. Vanno fino al cimitero di Madrid e lasciano dei fiori sulla tomba di Larra.

L'influenza di Juan Ramon Jimenez è decisiva in questo gruppo assieme all'influenza delle Avanguardie, soprattutto il surrealismo di Federico García Lorca, Luis Buñuel, Salvador Dalí y Rafael Alberti che si interessano maggiormente più degli aspetti formali della lingua.

Si torna alle forme brevi ed alle strofe classiche. Evitano temi di natura interiore e si dedicano ad argomenti oggettivi ed universali, quasi a voler purificare la realtà. Evitano l'uso della prima persona e ricorrono spesso all'ironia, lo humour e il preziosismo dell'espressione.

Il gruppo della Generazione del 27 è formato da: Pedro Salinas, Jorge Guillén, Gerardo Diego, Dámaso Alonso, Vicente Aleixandre, Federico García Lorca, Luis Cernuda, Manuel Altolaguirre y Rafael Alberti.

Richiedi maggiori informazioni Prenota ora