Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cookie Richiedi maggiori informazioni

Home » Risorse per Imparare lo Spagnolo » Alfabeto Spagnolo » La lettera S

La lettera S


ESE. Consonante fricativa gutturale sorda

Origine della lettera:
Dalla S latina.

Esempio dell'uso:
Salvavidas

La S in spagnolo

La "S" è la ventesima lettera dell'alfabeto spagnolo. Viene introdotta per la prima volta con la grafia che conosciamo oggi nell'alfabeto latino che si rifà alla lettera sigma dell'alfabeto greco. A sua volta la sigma deriva da un geroglifico egizio che rappresenta un giardino inondato.

La "S" è definita in fonetica come una consonante sibilante e può essere sorda o sonora. In spagnolo la lettera S è un suono consonantico che viene pronunciato in due modi:

  1. Posizionando la punta della lingua in prossimità degli alveoli e lasciando passare l'aria senza far vibrare le corde vocali. A causa della posizione della lingua questo suono ha il nome di S apico-alveolare.
  2. Posizionando il dorso della lingua leggermente curvato, alla base degli incisivi, lasciando passare l'aria da questo canale. Questa S, detta predorsale, è la più comune tra i parlanti spagnoli visto che viene pronunciata in molte parti dell'America Latina ed anche in alcune zone della Spagna. La lettera S viene pronunciata come una Z in alcuni dialetti, come in quello andaluso, e questo fenomeno viene chiamato ceceo. La S diventa sonora quando è accoppiata ad un'altra lettera sonora (es: "desde"). Nelle altre lingue la S rappresenta suoni differenti, come in inglese o in portoghese dove viene pronunciata come SH.