Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cookie Richiedi maggiori informazioni

Home » Risorse per Imparare lo Spagnolo » Alfabeto Spagnolo » La lettera V

La lettera V


UVE. Consonante occlusiva bilabiale sonora (in spagnolo coincide con la BE)

Origine della lettera:
Dalla V latina, adattazione de la upsilon greca. Si usò indistintamente con la U fino al s. XVII

Esempio dell'uso:
Vino

La V in spagnolo

La "V", in spagnolo "uve" è la ventitreesima lettera dell'alfabeto. La lettera V fu introdotta per la prima volta dai romani che adattarono la upsilon dall'alfabeto greco. La upsilon ha origine da un antico geroglifico egizio. In spagnolo le lettere "U" e "V" venivano usate indistintamente tra loro almeno fino al XVII secolo.

Nello spagnolo moderno non vi è differenza tra i suoni della lettera "V" e della lettera "B", tranne che in alcuni paesi dell'America Latina ed in alcune aree bilingue della Catalogna, delle Isole Baleari e di Valencia. In queste zone la lettera V è pronunciata come il suono consonantico che si produce poggiando il labbro posteriore sull'arcata dentale superiore ed emettendo l'aria facendo vibrare le corde vocali.

Richiedi maggiori informazioni Prenota ora