Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cookie Richiedi maggiori informazioni

Home » Risorse per Imparare lo Spagnolo » Alfabeto Spagnolo » La lettera Y

La lettera Y


I GRIEGA. Rappresenta due valori: vocalico (I) e consonante palatale sonora

Origine della lettera:
Dalla translitterazione romana della upsilon greca

Esempio dell'uso:
Yema

La Y in spagnolo

La "Y" è la ventiseiesima lettera dell'alfabeto spagnolo. Deriva dalla translitterazione romana della lettera greca upsilon (u). In spagnolo si chiama "i griega".

Oggi la "Y" ha due valori fonetici: rappresenta il suono vocalico /i/ e il suono sonoro palatate /y/, che è equivalente a quello della "elle" spagnola in alcune zone della Spagna e dell'America Latina. Questo fenomeno è detto yeismo.

Esiste un'altra variante di pronuncia per la quale la "Y" viene pronunciata come la "j" dell'inglese o del francese. Questa pronuncia deriva dallo spagnolo arcaico e si conserva solo in alcune zone centrali della Spagna. In Argentina e Uruguay la "Y" a volte viene pronunciata con una leggera vibrazione che ricorda i suono "ch". Nel Medio Evo la lettera "Y" veniva utilizzata come vocale e spesso veniva sostituita nella lingua scritta dalla "I".

La lettera "Y" ha il valore fonetico /i/ quando si trova prima di una pausa o in posizione finale, come in "Monterrey" e quando viene usata con il valore di congiunzione tra due parole delle quali la prima termina in consonante e l'altra inizia per consonante come ad esempio in "mujeres y ninños". Quando la congiunzione "Y" si trova tra due vocali invece viene pronunciata come una semivocale, ad esempio in "vecino y amigo".

Richiedi maggiori informazioni Prenota ora